/ / / SICUREZZA SUL LAVORO: DECRETO LEGISLATIVO 17/2019 – DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE.

SICUREZZA SUL LAVORO: DECRETO LEGISLATIVO 17/2019 – DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE.

con Nessun commento
Anna Maria Conti

Dott.ssa Annamaria Conti

TECNICO DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO 

PREMESSA

Nella Gazzetta Ufficiale n. 59 del 11 marzo 2019 è stato pubblicato il Decreto legislativo 19 febbraio 2019, n. 17, recante “Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sui dispositivi di protezione individuale e che abroga la direttiva 89/686/CEE del Consiglio”

Con Il Dlgs n. 17/2019 vengono modificati sia il decreto legislativo 4 dicembre 1992, n. 475, sia il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Art. 74 e 76), con importanti novità relative a: Mercato dei DPI, Procedura di valutazione della conformità, Marcatura CE, Vigilanza del Mercato DPI, Sanzioni, Oneri e pagamenti.

In particolare, tali modifiche riguardano:

  • Il necessario coordinamento con le disposizioni generali in materia di mercato, sicurezza e conformità dei prodotti.
  • L’inclusione nell’ambito di applicazione della nuova disciplina di alcuni prodotti sul mercato che svolgono una funzione protettiva per l’utilizzatore, in precedenza invece esclusi.
  • La maggiore responsabilizzazione di tutti gli operatori economici interessati.
  • La semplificazione e l’adeguamento di alcuni requisiti essenziali di sicurezza previsti dalle norme vigenti, secondo criteri di praticabilità e proporzionalità.
  • La maggiore qualificazione dei requisiti da applicare alle autorità di notifica e agli altri organismi coinvolti nella valutazione, nella notifica e nella sorveglianza degli organismi notificati.

L’intera filiera della distribuzione è interessata dalla revisione delle sanzioni previste dall’aggiornamento del 12 marzo che introduce maggiore severità sulle necessità di verificare il rispetto dei requisiti di conformità e sanzioni specifiche in caso di inadempienze.

In particolare, i produttori sono tenuti a produrre Dpi che rispettino tutte le disposizioni contenute nel Regolamento, specifiche per ogni tipologia di dispositivo, la violazione sul mancato rispetto delle procedure per la valutazione di conformità, prevede ora una sanzione che può arrivare fino a 150 mila euro.

Inoltre, chiunque immetta sul mercato prodotti non conformi ai requisiti di base di sicurezza descritti con l’Allegato II del regolamento, quindi sia produttori diretti che intermediari e importatori potranno subire l’arresto fino a tre anni.

Rispetto a quanto precedentemente in vigore, saranno soggetti a multe, fino a 60 mila euro, anche i soli distributori che, acquistato il Dpi da un produttore nazionale o estero, lo immettano sul mercato Dpi senza averne preventivamente verificato la rispondenza ai requisiti essenziali di sicurezza.

CONSIDERAZIONI

Lo scopo del decreto (dlgs 17/2019) è di favorire la circolazione di beni e servizi in Europa ed imporre nuove responsabilità in capo agli operatori economici della filiera, di semplificare e chiarire il quadro esistente per l’immissione sul mercato di tali dispositivi, nonché di migliorare la trasparenza, l’efficacia e l’armonizzazione delle misure esistenti.