IL FATTORE UMANO

con Nessun commento
Eleonora Riva

Dott.ssa Eleonora Riva

PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA, SPECIALISTA IN PSICOLOGIA DEL LAVORO

Quando parliamo di fattore umano intendiamo l’insieme delle componenti fisiologiche e psicofisiche che influenzano il comportamento dell’uomo, possiamo dire essere il “vissuto del lavoratore” che condiziona il suo “agire”.
Uno dei settori più attento alle tematiche inerenti ai fattori umani è l’aeronautica. Nell’ambito della Federal Aviation Administration i fattori umani si rivolgono allo studio delle facoltà umane e delle loro limitazioni nell’ambito del posto di lavoro. Nel mondo dell’aeronautica civile, questo è sinonimo di salvaguardia della vita dei passeggeri e degli operatori che quotidianamente affidano la loro vita a mezzi, strumenti, procedure ed altri uomini.
Analizzare il comportamento umano nelle varie condizioni di lavoro è utile per assicurare la massima sicurezza a tutte le attività.
I primi studi sulla materia si datano agli inizi del ‘900 ad opera di Taylor, Gilbreth & Gilbreth, Mayo.

Si parte dall’assunto che l’elemento uomo è raramente, per non dire mai, la sola causa di un incidente (Wiegmann & Shappell): occorre infatti tener conto di tutta una serie di fattori contestuali correlati al compito che interagiscono con l’operatore influenzandone la performance.
Recenti indagini su imprese leader mostrano che quelle di successo hanno raggiunto più obiettivi grazie alla valorizzazione del capitale umano.

Valorizzare una risorsa vuol dire andare a comprendere i fattori psicologici che costituiscono l’essere umano al fine di dare spazio alle potenzialità di ciascun lavoratore analizzando le proprie competenze.
Il sociologo Barnard delinea le funzioni del moderno dirigente industriale, inserendo tale figura in un “sistema cooperativo”, sostenendo che in un’azienda la collaborazione fra dirigenti, capi reparto ed operai sia parte integrante e strutturale della stessa.

Barnard è convinto che nel campo del lavoro siano fondamentali gli incentivi non materiali (prestigio, soddisfazioni morali, onorificenze, promozioni).
Per una corretta analisi dei molteplici aspetti che caratterizzano un’azienda, occorre dunque innanzitutto studiare l’Organizzazione nel suo complesso, quindi addentrarsi nell’insieme di relazioni che legano gli elementi, ovvero i materiali, le regole, le persone, che la costituiscono, per passare infine alla gestione dei “modi di essere ed agire” dei gruppi sociali di individui (comportamenti e aspetti psicosociali).

Numerosi sono gli strumenti per ottenere tale scopo:

dalla formazione in cui le skills (abilità) tecniche si intrecciano alle relazioni interpersonali, agli strumenti di psicologia dei gruppi (seminari sulla comunicazione, supervisioni, potenziamento di competenze).

Le risorse umane sono un autentico fattore di successo dell’impresa, esse rappresentano in vero elemento di distinzione tra imprese eccellenti e imprese con forte svantaggio competitivo. Secondo questa ottica il principale fattore delle qualità è l’uomo e non la macchina.